STRUDEL DI MELE E CREMA DOLCE AL SEMOLINO

Ed ecco un’altra ricetta che avevo fatto per il mio vecchio blog, lo strudel di mele con una crema dolce al semolino.
L’avevo dimenticata nel cassetto ma poi, grazie ad una breve uscita a Bolzano i primi di Dicembre per i mercatini di Natale, mi e’ tornata in mente e appena ho avuto un po’ di tempo l’ho fatta.
I mercatini di Natale sono per me una fonte di ispirazione sia per i dolci e le prelibatezze che si possono ricreare a casa ma anche per le mille decorazioni per l’albero e la casa in generale, tra palline decorate, oggetti in legno, addobbi in vetro, ceramica e altri materiali veramente fantastici.


E poi girare per le bancarelle tra profumi di vin brulé, spezie, cioccolato di tutte le forme e’ davvero divertente per non parlare del paesaggio tutto intorno molto affascinante, palazzi decorati a stucco, con colori pastello molto belli e le montagne, che io amo, lungo la strada sono incantevoli.
Oltre allo strudel di mele ci sono altri prodotti tipici altoatesini come i canederli, la torta di grano saraceno, che tra l’altro ho gia’ fatto e metto il link di seguito (torta di grano saraceno e marmellata di ciliegie) i succhi di mele, i biscotti speziati e molto altro.


Questa ricetta dello strudel l’ho voluta rendere piu’ rustica aggiungendo la crema dolce al semolino che crea una nota morbida all’interno del ripieno gia’ molto ricco. La quantita’ di acqua usata per la pasta puo’ variare a seconda della grandezza dell’uovo che si utilizza così come lo zucchero di canna che puo’ essere cambiato con quello normale semolato. Consiglio di fare prima la crema dolce al semolino in modo che quando la andiamo a stendere e’ gia’ fredda e subito dopo fare la pasta che deve riposare un po’ prima di essere stesa.

ricetta per sei persone

per la pasta:
300 g di farina
30 g di olio di semi di girasole
un uovo intero
un cucchiaio di zucchero a velo
acqua a temperatura ambiente circa 80 g

per il ripieno:
2 mele medie
2 cucchiai di rum
un cucchiaino di cannella
50 g di uva sultanina
50 g di pinoli
succo di un limone
scorza grattugiata di un limone
due cucchiai di zucchero di canna integrale (oppure semolato)

per la crema al semolino:
3 tuorli
100 g di zucchero semolato
30 g di semolino
300 g di latte
un pezzetto di buccia di limone

Fare la crema mescolando insieme i tuorli, lo zucchero e il semolino con un po’ di latte per formare una cremina. Il restante latte scaldarlo leggermente con un pezzetto di buccia di limone e incorporarlo poi alla cremina e far addensare sul fuoco. Lasciar raffreddare.

 

Per la pasta fare una fontana con la farina setacciata con lo zucchero a velo, mettere al centro l’olio di semi, l’uovo intero e mescolare un po’, aggiungere poi l’acqua gradatamente fino ad ottenere una pasta omogenea, trasferire su una spianatoia e impastare per qualche minuto fino a quando la pasta risultera’ liscia. Lasciarla riposare coperta a temperatura ambiente giusto il tempo di preparare il ripieno.

 

Mettere l’uva sultanina a bagno con il rum. Sbucciare le mele, tagliarle sottilmente e versarle in una ciotola con il succo di limone e un po’ di acqua per non farle annerire. Tostare i pinoli in un pentolino.
Riprendere la pasta e stenderla sottile formando un rettangolo ampio, mettere al centro la crema dolce al semolino lasciando liberi i lati di circa due dita, poi le mele, l’uva sultanina strizzata dal rum, i pinoli tostati, la scorza grattugiata del limone, la cannella e lo zucchero di canna integrale.
Arrotolare la pasta su se stessa, chiudere bene i lati con dei pizzicotti.
Metterla su una teglia con carta forno e la parte chiusa sotto poi spennellare la superficie con abbondante burro sciolto.
Cuocere a 180 gradi forno gia’ caldo e ventilato per circa 45/50 minuti.
Lasciar raffreddare bene lo strudel e spolverarlo di zucchero a velo.

Ti potrebbe interessare
condividi
error: Content is protected !!