BRASATO CON POLENTA

Oggi una ricetta di carne molto ricca di sapori e profumi, bisogna avere un po’ di tempo a disposizione ma ne vale sicuramente la pena.
Il brasato infatti, richiede una lunga cottura e la carne va messa a marinare per una notte con tutti gli odori e il vino rosso… anche se c’e’ chi non fa una lunga marinatura per non far assorbire troppo il sapore del vino.
Io ho fatto questa preparazione nella maniera classica, con un buon vino rosso e qui la scelta e’ vasta in particolare con quelli piemontesi, dal Barolo al Barbera del Monferrato che io adoro! Sono vini ideali per questa ricetta.
Anche gli aromi sono necessari nella marinatura in modo da far insaporire bene la carne, dal rosmarino, il ginepro, l’alloro, la cannella, pepe, chiodi di garofano e un bel trito di sedano, carota e cipolla.
Per un pezzo di manzo unico va messa anche della pancetta all’interno della carne, mentre se come me avete dello spezzatino grossolano la pancetta si puo’ aggiungere alla marinatura e andra’ poi cotta insieme a tutti gli altri ingredienti.
Alla fine della cottura tutti gli aromi e le verdure vanno passati e la salsa ottenuta andra’ ad avvolgere sopra tutta la carne.
Essendo un piatto molto aromatico va accompagnato con la polenta o con un pure’ di patate, sono ideali entrambi per un contorno molto morbido e delicato che non copre il sapore della carne.
Vi lascio la ricetta e i suoi passaggi… a presto!

ricetta per quattro persone

700 g di carne di manzo a pezzi grossolani
600 ml di vino rosso
una costa di sedano
una carota
una cipolla
uno spicchio di aglio
2 foglie di alloro
un rametto di rosmarino
4/5 bacche di ginepro
2 chiodi di garofano
una stecca di cannella
pepe rosa
100 g di pancetta
farina
sale
olio extravergine di oliva
150 g di farina di mais fioretto

Lavare e tagliare a pezzetti il sedano, la carota e la cipolla.
In un recipiente capiente mettere la carne, versare il vino rosso sopra e aggiungere l’alloro, il ginepro, il pepe, il rametto di rosmarino, la stecca di cannella, i chiodi di garofano, l’aglio schiacciato, la pancetta a pezzetti e il trito di sedano, carota e cipolla. Mettere a marinare per un minimo di 12 ore coperto girando la carne un paio di volte.

bras1
Una volta marinata, prendere la carne, tamponarla con carta assorbente, salarla e passarla nella farina.
In una pentola mettere un po’ di olio di oliva e far rosolare la carne infarinata da ambo i lati fino a quando sara’ ben dorata.
Aggiungere tutta la marinatura liquida rimasta sopra la carne, portare a bollore e far cuocere a fuoco moderato per circa 2 ore coperto.

bras2

Quando la carne sarà cotta prelevare tutto il fondo di marinatura, cercando di togliere la stecca di cannella e il rametto di rosmarino, passare tutto fino ad ottenere una salsa omogenea.
In una pentola mettere 600 ml di acqua, salarla leggermente e portarla ad ebollizione, poi aggiungere gradatamente la farina di mais fioretto, mescolare sempre con una frusta per non fare grumi e cuocere per circa 30 minuti.
Il brasato va servito caldo con la sua salsa al vino di cottura e la polenta per accompagnarla.

 

Ti potrebbe interessare
condividi
error: Content is protected !!