VIN BRULE AL MANDARINO

VIN BRULE AL MANDARINO
Oggi una ricetta veloce, facile e ideale nei periodi super freddi che arriveranno nelle prossime settimane ed anche per il periodo di Natale; tra cene, feste e serate in compagnia è rilassante sorseggiare un bel bicchiere di vin brulé caldo.
Nella mia ricetta ho aromatizzato il vino con il mandarino, che dona un sapore fresco di agrumi oltre alla dolcezza delle altre spezie.
Il vin brulé è una pausa piacevole che ci solleva un po’ dal freddo, in particolare quando si visitano i mercatini di Natale nei piccoli borghi, dove si vedono le cime delle montagne innevate, ci sono le luci e i colori degli addobbi natalizi e le musiche del Natale che accompagnano la passeggiata.
Proprio in questi mercatini o feste di paese è facile trovare banchetti dove servono dell’ottimo vin brulè.
Durante un breve viaggio a Sant’Agata Feltria, in Emilia Romagna, un borgo veramente bello dove si può visitare anche una Rocca molto suggestiva, mi è capitato di provare il vin brulè questa volta al melograno, offerto da un chioschetto attrezzato per il periodo Natalizio ed era delizioso!
Vi lascio, se siete curiosi, la ricetta della cioccolata bianca calda in tazza nel link che segue: CIOCCOLATA BIANCA CALDA AROMATIZZATA ALL’ARANCIA
Il prossimo lo farò al melograno visto che nei mercati si trovano ancora per le feste. Ora vi lascio la ricetta del vin brulé al mandarino… ne avevo talmente tanti in casa!
A presto!

VIN BRULE

ricetta per quattro persone

1 litro di vino rosso
6 cucchiai di zucchero semolato
2 stecche di cannella
2 stelle di anice
succo e buccia di tre mandarini
scorza di un limone piccolo
un pizzico di noce moscata
6 chiodi di garofano

In un tegame ampio e alto mettere lo zucchero con la cannella, l’anice, i chiodi di garofano, 2 pezzetti di buccia di limone, il succo spremuto di tre mandarini e i mandarini stessi, un pizzico di noce moscata e aggiungere il vino rosso sopra.
Cuocere a fiamma bassa per far sciogliere lo zucchero cercando di non far bollire. Se si arriva a bollore non superare i 5 minuti di cottura dall’ebollizione. Per far evaporare bene l’alcol si può avvicinare al composto una fiamma per far fiammeggiare la superficie.
Spegnere e tenere a riposo un po’ di minuti prima di servire.

 

 

vin brule

 

vin brule

Segui su Pinterest

condividi
error: Content is protected !!