CAPPELLACCI DI PATATE E VALERIANELLA

Finalmente sono riuscita a fare e a postare questa ricetta dei cappellacci fatti in casa.
Sì, perché di tempo ce ne vuole un po’ a disposizione per fare la pasta in casa, in generale.
Dico questo perché io, personalmente, faccio tutto a mano, compreso l’impasto e la stesura della pasta.
Prima, un po’ di tempo indietro, avevo a disposizione una macchina per la pasta che mi era stata regalata qualche anno fa e devo dire che l’ho usata veramente poco, poi si è rotta ed ora è riposta nel suo scatolone.
Fare e stendere gli impasti a mano, come quelli della pizza, del pane o delle brioche, devo ammettere che mi rilassa molto e adoro farli.
Questi cappellacci che ho preparato sono con un ripieno di patate e valerianella; la valerianella è una piantina che si usa, di solito, per l’insalata mista ed è ricca di fibre, ha un gusto dolce e si puo’ usare per molte altre ricette.
Io amo metterla fresca nei panini o nelle piadine.
Nel ripieno di questi cappellacci ho lasciato la valerianella al naturale senza bollirla prima, ma solamente tritata grossolanamente perché è un’erba delicata e molto sottile.
Bene, ora vi lascio la ricetta di seguito e a presto!

ricetta per quattro persone

per la pasta

3 uova intere
300 g di farina

per il ripieno

3 patate
60 g di valerianella
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe
olio extravergine di oliva

Fare la pasta mettendo a fontana la farina su una spianatoia, mettere al centro le uova, amalgamare e formare una pasta liscia. Far riposare per trenta minuti a temperatura ambiente.
Lessare le patate con la buccia fino a che diventano tenere, schiacciarle con uno schiacciapatate e metterle in una ciotola a intiepidire.
Aggiungere la valerianella tritata alle patate, il parmigiano grattugiato, sale e pepe.
Riprendere la pasta e stenderla sottile con l’aiuto di altra farina, ricavare dei quadrati e su ognuno mettere un po’ di composto di patate e valerianella. Chiudere i quadrati a triangolo e sigillarli bene, prendere due lati della pasta e chiuderli insieme per dare la forma di cappellacci.

Lessare la pasta ripiena in abbondante acqua bollente salata, la cottura dipende dallo spessore della pasta, poi scolarla e condirla con altra valerianella fresca e olio extravergine di oliva.

 

 

 

 

 

Facebook
Google+
https://www.lamerendadicharlotte.com/cappellacci-di-patate-e-valerianella/
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *